Home  ⁄  Attività  ⁄  BANCHE DATI

MANUTENZIONE E AGGIORNAMENTO DATABASE METEOROLOGICO

 

Parte delle attività svolte da IBIMET per il Consorzio LaMMA (Laboratorio di Monitoraggio e Modellistica ambientale per lo sviluppo sostenibile) riguardano la gestione del flusso dati necessari alle attività del Consorzio.

Il flusso di dati è costituito dal movimento di dati prodotti, in un dato momento e in un dato luogo, da un produttore, ad utilizzatori che li ricevono, in un altro luogo e momento, secondo modalità e formati da loro richiesti. Il nodo centrale di questo flusso dati è costituito da un database che, in base alle procedure che lo accompagnano, archivia e mantiene in linea i dati e collega tutti i punti di partenza e d’arrivo del flusso ottimizzando il percorso e le elaborazioni che i dati devono compiere.

Il database è predisposto per archiviare dati in tempo reale I dati primari provenienti dalle fonti più varie sono acquisiti, resi omogenei per quanto riguarda formato ed unità di misura ed archiviati all'interno del database. Una volta archiviati, i dati sono disponibili per essere elaborati. I risultati dell’elaborazione saranno nuovamente archiviati.

Sia i dati primari che secondari sono messi a disposizione degli utenti finali nella forma e nelle modalità con cui sono richiesti. La struttura della banca dati progettata per il Consorzio LaMMA permette di poter gestire tutti i tipi di dati provenienti da una qualunque rete di monitoraggio ambientale. L’archivio può gestire sia dati puntuali sia dati spaziali. Per dati puntuali s’intendono le sequenze di valori che derivano dal campionamento temporale di una qualche grandezza fisica in un luogo determinato dalla localizzazione del sensore di misura. Per dati spaziali s’intendono, invece, le sequenze di valori che rappresentano una qualche grandezza fisica in un determinato spazio. Essi possiedono la forma di matrice, generalmente georiferita, e possono essere immagini prodotte da satelliti e RADAR oppure immagini prodotte da elaborazioni di altri dati spaziali o puntuali.

La realizzazione della banca dati è iniziata nel 1998 ed è diventata operativa nel 1999 utilizzando un database Microsoft SQL Server 7.0. Nel 2003 la banca dati è stata aggiornata e trasferita sulla piattaforma Linux Oracle 9.2i.  Nel 2010 con le acquisizioni della licenza di Oracle 11g R2 con le opzioni Spatial e Partitioning si è realizzato un ulteriore aggiornamento della banca dati con l'introduzione di una sezione cartografica.

Gruppo di Lavoro: Luca Fibbi, Massimo Viti.